Polly’s in da house

Ebbene sì, è giunto il momento. Dopo gli anni ’80, gli anni ’20, gli anni ’60, tornano come un’esplosione gli anni ’90. Ero piccola quando Willy era il principe di Bel Air e quando Mc Hammer ballava una strana danza con dei pantaloni alla zuava coloratissimi, ma ricordo quel periodo con gli occhi lucidi. Non prendete questa come un’opportunità per farvi la coda alta di lato o per utilizzare qualche camicia hawaiana, fortunatamente ciò che viene concesso è l’azzardo nell’uso dei colori, sia sui vestiti che sugli occhi, e “accessori stravaganti” come gilet di pelo (finto, vi prego) e scarpe alte alla caviglia.

Mi piace il vintage, ma lo preferisco nella versione rivisitata e corretta della sua attualizzazione. Questo gilet sarebbe stato, ad esempio, molto più abbondante nelle misure se fosse stato vintage.

Vorrei farvi notare questi pazzeschi leggings di MCQ Alexander McQueen presi da Luisa Via Roma, sono ovviamente diventati in assoluto il mio pezzettino preferito nell’armadio.

Devo dire che a Pisa forse sono un azzardo questi colibrì colorati su dei pantaloni, ma essere particolari fa sempre parte del mood anni ’90!

Baci

2

Maglia: Bershka

Gilet: Pimpkie

Leggings: MCQ Alexander MCQueen

Scarpe: Mauro Leone

Occhiali vintage dello zio: Trussardi

Annunci

3 pensieri riguardo “Polly’s in da house

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...